E' possibile rifare un pavimento senza fermare la produzione?


In ogni ambiente produttivo arriva il momento in cui si presenta la necessità o la volontà di ristrutturare o sistemare una o più aree dello stabilimento. I motivi che portano a questo possono derivare dall'elevato grado di usura della superficie che in alcuni casi può diventare fonte di pericolo per i lavoratori (presenza di buche, perdita delle proprietà di antiscivolo ecc); necessità di un ampliamento; il cambio della destinazione d'uso dell'ambiente oppure un acquisto/cambio di macchinari.

In ogni azienda è fondamentale prendere in considerazione le difficoltà che comporta un'interruzione della produzione. Per evitare di "fermare" un reparto, solitamente si tendono a posticipare il più possibile gli interventi di manutenzione, fino a quando non diventa "un'emergenza".

La prima soluzione a cui si pensa spesso è quella di un rifacimento totale, rimuovendo il rivestimento presente, ormai deteriorato e posando una nuova pavimentazione.

Questa non è sicuramente la soluzione più vantaggiosa. Bisogna infatti considerare i costi per il lievo e lo smaltimento del vecchio pavimento e che i tempi di realizzazione della nuova superficie si allungano. Inoltre ciò comporta necessariamente il fermo della produzione.

Noi proponiamo rivestimenti in resina per i quali non è necessario rimuovere il pavimento preesistente. Alcuni dei nostri materiali, ad esempio la nostra resina Duracon System, può essere calpestabile già dopo 2 ore dall'applicazione. Ha, fin da subito, un'altissima resistenza chimica, meccanica e termica, ideale per tutti i reparti produttiv